venerdì 13 settembre 2013

Emozioni nella Nuvola - Serie 3 - IV episodio

La cicatrice

Isabella guida Mario e Alessia verso il magazzino. La bimba trotterella a suo agio, frugando qua e là alla ricerca di cibo. Giunti al caffè abbandonato, Isabella ammonisce Alessia, le cui calzature sono formate da rotoli di stracci: «Attenta a dove metti i piedi, è pieno di vetri rotti. Seguimi.»
Nel magazzino, Alessia appare come folgorata dalla visione del cibo appoggiato sugli scaffali. Anche Mario si concede un sorriso. La bimba si getta affamata sulle confezioni di cereali.
Isabella va da Jay e Gary e inizia a slegarli.
Mario la raggiunge: “Isabella, cosa vuoi fare?»
«Oh… i nostri due amici devono raggiungere i loro compagni dall'altra parte della città. Purtroppo non avranno la possibilità di fermarsi a lungo con noi.»
«Cosa? Senti, amico,» interviene Gary, rivolgendosi a Mario, “non lasciarci in mano a questa stronza. Abbiamo cominciato con il piede sbagliato, ma ora…»
Isabella lo costringe a tacere, ficcando uno straccio in bocca prima a lui e poi a Jay, che tenta invano di protestare.
«Possiamo parlarne, per favore?» chiede Mario.
«Non c'è molto da discutere.»
«Isabella, insisto!»
«Ok, non qui,» risponde lei, accennando ad Alessia, il cui viso è ora sprofondato in un pacchetto di patatine.
Isabella le si avvicina: «Noi due andiamo un secondo di sopra. Non toccare nulla e non ti avvicinare a quei due, intesi?»
Alessia annuisce brevemente, prima di tornare a ingozzarsi.
Salite le scale, Mario fulmina la moglie: «Sei impazzita? Non vorrai giustiziare due essere umani?»
«Quei due? Mario, sono due can-ni-ba-li! Hanno trucidato uno che dormiva con loro per cibarsene!»
«Non sappiamo com'è andata e non siamo noi a dover giudicare!»
«E chi? Vuoi portarli alla polizia?»
«Ovviamente no. Ma è la nostra umanità che ci distingue dalle macchine! Se iniziamo a comportarci come loro, allora a cosa serve quello che stiamo facendo?»
«E cos'è esattamente? Sopravviviamo! Tutto qui! Non abbiamo amici, alleati. Non sappiamo dove andare. Non possiamo avvicinarci a un qualsiasi dispositivo elettronico.! E io con quei due non ci dormo.»
«Isabella, la nostra umanità è tutto ciò che ci resta!»
«Mario, sono pericolosi! Al primo passo falso faranno a noi quello che hanno fatto a quel tipo! E poi, c'è la bambina; vuoi mettere in pericolo anche lei?»
«Isabella, mi dispiace. Devi scegliere: o me o la loro morte!»
Isabella alza gli occhi al cielo: «Ma perché non l'ho fatto prima di venire a prenderti?»
«Forse perché sentivi che non era giusto!»
Lei gli rivolge uno sguardo ironico: «No, solo non avevo voglia di dover trasportare due cadaveri. Sai benissimo che avrei potuto sistemarli in qualsiasi momento!»
«Allora perché non l'hai fatto nel vicolo?»
«Speravo che fossero tanto stupidi da portarmi dove vivevano. E infatti così è andata!»
«Quindi è questo che facciamo, ora? Adeschiamo gente per strada per scovarne i nascondigli?»
«Mario, si chiama sopravvivenza. Cerca di fartene una ragione! Ok, teniamoli prigionieri, ma al primo gesto non di mio gradimento, per loro è la fine!»
Isabella si gira e ridiscende le scale. Gary ne scruta il viso cercando di indovinarne le intenzioni. La donna si guarda intorno: Alessia non c'è!
Dei rumori provenienti dal cucinino richiamano la sua attenzione. Istintivamente, prende la mano di suo marito: «Oh mio Dio!»
Corrono dalla bambina, che, vedendoli entrare con tanta foga, alza gli occhi stupita. Labbra, guance e mento sono sporchi di sangue; le mani rosse stringono un pezzo di carne. Dopo qualche attimo, riprende a masticare. Mario, sopraffatto dalla nausea, è costretto a uscire.
Isabella, cercando di contenere il senso di ribrezzo, si avvicina alla fanciulla: «No, no… aspetta. Ora proviamo a cucinare qualcosa di più buono. Vieni,» le dice gentilmente. La conduce sul lavandino e l'aiuta a lavarsi mani e viso. Tenendole i capelli perché non se li bagni, si accorge della ben nota cicatrice alla base della nuca.


Vuoi contribuire all'evoluzione di Emozioni nella Nuvola? Commenta e vota su THe iNCIPIT.

"Emozioni nella Nuvola" fa parte della raccolta di racconti fantascienza e fantasy "Energie della Galassia", disponibile su Amazon KindleinMondadori e nei migliori ebook store.