giovedì 31 gennaio 2013

Quando i bimbi crescono... arriva John Carter della Disney. E Star Wars?


Al cinema, per la prima volta in vita mia, mi ero addormentato. È stata la prima e l'unica volta in mia e l'ho attribuito all'avere un paio di marmocchi che richiedevano molte attenzioni notturne.

Ieri ho convinto la mia "lei", che invece era rimasta ben sveglia, a rivedere John Carter.


Alcuni spunti sono graziosi: le tre realtà - Inghilterra, Starti Uniti, Marte -, l'intrigo del finale della tomba. Ma come film di fantascienza non si sforza neppure lontanamente di apparire verosimile.

Se guardiamo Avatar sappiamo che si tratta di un altro mondo e di una realtà lontana dalla nostra, ma tutto appare come qualcosa che potrebbe davvero esistere, altrove o in futuro. E molte trovate sono "geniali".


John Carter è un polpettone di stereotipi e aspetti dozzinali. Alla fine del film ci si chiede se la Disney non riesca proprio a sganciarsi dall'idea della principessa, del salvatore e del "e vissero felici e contenti."


Ora, un brivido freddo mi percorre la schiena: la Disney ha acquistato i diritti di Star Wars, splendida serie già ampiamente rovinata dagli episodi 1-2-3. Che voglia sviluppare il filone principesco-adolescenziale? Povera Principessa Leila! Mi auguro che JJ Abrams possa almeno in parte sfruttare l'occasione per creare un'opera che spinga avanti i confini della fantascienza e non che la faccia regredire a qualcosa di già visto e poco interessante!

Avete visto John Carter? Vi è piaciuto? E voi, cosa vi aspettate dal nuovo filone Star Wars made in Disney? Fatemelo sapere nei commenti qui sotto!