mercoledì 2 ottobre 2013

La posta dei lettori: Luca Rossi, dottor Jekill e mister Hyde?

Ricevo e pubblico volentieri la lettera di una lettrice che esprime il proprio entusiasmo non esente da qualche critica.

"Luca Rossi per me è una rivelazione, un punto di riferimento come scrittore.
Un uomo capace di stupire oltre ogni ipotesi, una mente creativa che sorprende. 
Intelligente, sa ascoltare le opinioni di chi lo segue, carpendo spunti per idee innovative, convertendole in parole che raccontano le sue evoluzioni cosmiche. 
Ci siamo conosciuti, sul social network. Io agli esordi, riscontrando una speciale empatia, nello scambio di commenti curiosi e geniali, mai banali: divertendoci.
Una nuova attrattiva verso le letture “Fantasy” che prima non conoscevo, è scaturita da quei messaggi, solleticando la mia curiosità, consentendomi di entrare in quel mondo.
Luca Rossi, nasconde dentro racconti a volte spietati,  dal tema erotico sovente estremo, la volontà di contrastare la sua vera natura,  liberando i suoi confini,  accrescere il fascino della propria inventiva.
Inizialmente diffidente, stentava ad aprirsi, apparendo eccessivamente riservato.
Quasi realmente abitasse un’altra Galassia, ostentava talvolta, due personalità distinte: una sorta di dottor Jekill e mister Hyde. 
Primariamente egocentrico e introverso oppure accattivante, ammaliatore e disponibile: imprevedibile.
Alcune volte delusa, gliel’ho sottolineato in modo deciso, a causa dell’apparente distacco.
Così ho compreso la sua avversione nel rispondere alle domande dirette, ad emettere giudizi o consigli. 
Si manifestava attraverso i messaggi, costringendomi a riflettere, a trarne le debite conclusioni. Un personaggio dal talento, al di sopra di ogni immaginazione. 
Lui stesso, ne stava “testando” gli effetti, per scoprire se stesso, concentrandosi nella scrittura.
Ci siamo scambiati pagine, da valutare minuziosamente, mettendo alla prova la sincerità del nostro confrontarci.
Contagiato dai social e “forse” e dalla mia loquacità, si è “lasciato andare” poco alla volta, lasciando trapelare la grande sensibilità e umanità celate.
Conferma la profondità d’animo, la lettura delle sue poesie: stupende e profonde. Casualmente trovate sul suo blog, mi hanno folgorata, suscitando in me un’emozione immensa e incontenibile, al limite delle lacrime.
Leggendo una sua bozza, ho riscontrato un eccessivo spazio, dedicato alle descrizioni erotiche, procurandomi un certo imbarazzo. Comprensibile per una signora matura.
Secondo il mio giudizio, il suo talento supera di gran lunga, il gradimento ricercato da un particolare tipo di pubblico, probabilmente più commerciale. E non andrebbe “sprecato”.
L’eros è implicito in ogni coppia, quotidianamente sfiorato o vissuto, ha ragione Luca Rossi a stupirsi di fronte alle critiche mosse da qualche lettore.
Un argomento che, forse, andrebbe narrato più “velatamente”. Però sarà l’autore a decidere.
Gli ho espresso i miei punti di vista, temendo di offendere la sua suscettibilità.
Invece, preso lo spazio necessario per riflettere, sorprendentemente ha voluto conoscere quali fossero i punti di maggiore impaccio per me, motivando le sue scelte artistiche.
La capacità di coinvolgere chi legge i suoi racconti è unica. Ti cattura e, senza rendertene conto, ti ritrovi a condividere un’emozione forte e intensa, che diventa irrinunciabile.
Ed è proprio lì, in ciò che scrive che si trasforma. Si intuisce la passione autentica per il suo lavoro, quindi è aperto ad ogni confronto, pur di ottenere risultati migliori.
Per me conoscerlo è stato determinante: mi ha fatto uscire dal guscio. Mi ha dato la spinta per trovare il mio spazio personale, e mostrarmi come scrittrice.
Ammirevole la dedizione per la famiglia e per il pubblico femminile, che sa trattare con particolare riguardo: ne è “affettuosamente” ricambiato. 
Ama toccare argomenti di attualità, che lo appassionano, a discuterne raccontando le proprie sensazioni , stimolando il dialogo, ampliando le sue conoscenze.
Passi enormi nei confronti del prossimo e di se stesso. Merita davvero un grande attenzione, sarà una scoperta a livello internazionale e, già se ne cominciano a raccogliere i risultati.
Per finire: chi è per me Luca Rossi? Un amico virtuale, ma anche concreto, con cui rinunciare ad interagire mi riuscirebbe difficile, perché scambiare opinioni con lui, così come leggere i suoi racconti, eleva il pensiero e ti fa sentire gratificato.

Lisa Cagnassi"

Scopri i racconti di Energie della Galassia, - fantascienza, fantasy, eros - disponibili su Amazon KindleKoboiTunesBarnes & Noble e Smashwords.

Follow on Bloglovin